“Stargate – Il cerchio e la luce” di Tommaso Carmassi – Foyer Teatro Morlacchi Perugia

“Stargate – Il cerchio e la luce” di Tommaso Carmassi
a cura di Ludovica Palmieri
22 febbraio 2017 ore 18.00 | Foyer Teatro Morlacchi | Perugia
Il giorno 22 febbraio 2017 alle ore 18.00 il Caffè del Teatro Morlacchi per la serie “Artisti al foyer” presenta “Stargate – Il cerchio e la luce”, personale fotografica di Tommaso Carmassi, a cura di Ludovica Palmieri.
“Il cerchio e la luce sono i protagonisti indiscussi della mostra personale di Tommaso Carmassi (Lucca, 1978). Più propriamente si tratta di cerchi formati dalla luce che, nell’immaginario dell’artista, diventano altrettanti Stargate, ovvero passaggi per accedere ad un’altra dimensione. L’uso del medium fotografico in Tommaso Carmassi si potrebbe definire paradossale, nella misura in cui la macchina fotografica non viene adoperata in maniera tradizionale, per immortalare l’esistente, ma piuttosto per aprire nuove prospettive e creare inaspettati punti di vista. L’artista, senza ricorrere alla postproduzione, ma semplicemente “giocando” con la luce, crea immagini surreali che presentano una nuova visione della realtà. In altre parole, a partire da elementi di uso comune, riesce a proporre una metafisica del reale, in cui attraverso l’obbiettivo della macchina fotografica egli si astrae dalla quotidianità per offrire, nei suoi lavori, una realtà altra. Le opere di Tommasi Carmassi rivelano una molteplicità di significati e sensi, aprono discorsi, pongono domande.
Dieci lavori, tutti realizzati tra Roma e Berlino tra il 2013 e il 2015. Per l’artista si tratta del compimento di un ciclo, volutamente limitato al numero dieci, cifra legata alla simbologia del cerchio come ritorno all’unità dopo un percorso oltre la molteplicità e leggibile, se scritto in caratteri numerici, anche come “IO”, pronome personale di prima persona. In questa prospettiva le opere esposte vanno dunque a rappresentare ciascuna un aspetto dell’artista stesso per costituirne, nell’insieme, il metaforico ed intimo autoritratto. Del resto il cerchio, nella sua perfezione e completezza, tra i molteplici significati diviene, in diverse culture e visioni filosofiche, anche simbolo di inclusione ed identità.
Ogni immagine è caratterizzata da un titolo ben preciso, che, da una parte rimanda alle circostanze di realizzazione dell’immagine, dall’altra varca i confini della materialità, per andare a toccare concetti cari all’artista. In tutti i casi si tratta di cerchi di comunicazione che mettono in relazione periodi storici, dimensioni e luoghi diversi. Il gioco di nessi e rimandi tra le immagini proposte prende le mosse proprio dall’alto valore simbolico di questa forma geometrica, rappresentazione prima della perfezione, dell’armonia e dell’infinito, per questo legata al cielo e all’infinità dell’universo. Nell’ottica di Tommaso Carmassi, il cerchio diviene Sole nella sua unità; Synolon nella misura in cui si presenta come formato da più parti ma indivisibile; Ruota, nel cui centro convergono tutti i raggi, archetipo del movimento perfetto e, soprattutto, rappresentazione ideale del trascorrere ciclico del tempo, dell’anno, del giorno e della notte, dell’eterno ritorno delle vite quindi dell’immortalità. Come simbolo inclusivo ed esclusivo per l’artista il cerchio si fa anche Circolo degli artisti, o circolo d’oro all’interno del quale si producono idee che, inevitabilmente, si riflettono all’esterno dello stesso, andando così ad “illuminare” di riflesso, anche coloro che non fanno parte della ristretta cerchia. Infine, per l’artista, il cerchio, inteso come stargate, momento di passaggio, impone anche la raffigurazione degli estremi, inizio e fine, rappresentata in mostra da Raggio Verde, opera che allude all’ultimo bagliore del sole, prima del tramonto.
Per riprendere l’iniziale citazione di Giordano Bruno, dalla visione dell’artista emergono infiniti possibili mondi che Tommaso Carmassi coglie oltre la realtà visibile, per proporne una visione libera e creativa, in cui ciascuno è invitato ad immergersi per svilupparne una propria ed intima interpretazione. La mostra, dunque, nel suo insieme, si può leggere anche come un’esortazione silenziosa ad oltrepassare quegli immaginari stargate per rapportarsi in maniera nuova e diversa alla quotidianità.” (Ludovica Palmieri)
Tommaso Carmassi (Lucca, 1978, vive e lavora a Roma), fotografo autodidatta, dopo aver svolto diverse professioni ha scelto di dedicarsi esclusivamente alla fotografia lavorando in ambito sportivo, istituzionale, politico e giornalistico e soprattutto dedicandosi ai suoi progetti artistici.

stargatepress_dsc2344-copia

INFO
“Stargate – Il cerchio e la luce” di Tommaso Carmassi
a cura di Ludovica Palmieri
Inaugurazione 22 febbraio 2017 ore 18.00
Dal 22 febbraio al 5 marzo 2017
Foyer del Teatro Morlacchi | Piazza Morlacchi 13 – Perugia
Orari: tutti i giorni: mattina 9.00 – 13.00; pomeriggio dalle 17.00 in poi
PRESS OFFICE
Roberta Melasecca Architect/Editor/Pr
roberta.melasecca@gmail.com
/ 349.4945612
http://www.robertamelasecca.wordpress.com
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...