Un Workshop con Franko B: Death and Romance

Franko B: Death and Romance in the XXI Century – Palazzo Lucarini Contemporary Trevi
WORKSHOP: “Death and Romance. A Journey Through the Personal, the Political and the Poetic. A Workshop with Franko B”
Presentazione risultati workshop
3 settembre 2016 ore 18.00 | Via Beato Placido Riccardi | Trevi
Dal 3 settembre 2016, Palazzo Lucarini Contemporary ospiterà Death and Romance in the XXI Century, un articolato progetto di Franko B, il noto artista italiano d’origine ma da anni residente a Londra, diviso in tre sezioni: un workshop, una mostra personale e una mostra collettiva.
Il 3 settembre 2016 alle ore 18.00 nella piazza antistante Palazzo Lucarini (via Beato Placido Riccardi – Trevi), verranno presentati pubblicamente i risultati del workshop, che ha avuto inizio il 29 settembre 2016, “Death and Romance. A Journey Through the Personal, the Political and the Poetic. A Workshop with Franko B”, un laboratorio internazionale sulla performance che punta a mettere in contatto la radicale esperienza performativa di Franko B con l’habitat trevano.
I 16 partecipanti al workshop, provenienti da tutto il mondo-Giappone, Svezia, Turchia, Serbia, Corea, Inghilterra, Italia-, sono alle prese con un training estremamente duro, che richiede una grande concentrazione ed energia fisica ed emotiva: prove affini agli allenamenti a cui Franko B si sottopone per dare densità alle proprie performance.
Da tre giorni l’artista impone ai propri allievi di non parlare tra loro, nonostante vivano insieme e dormano in camerate comuni: dieta vegetariana, a volte salto dei pasti, no fumo, no alcool; esercizi che portano al limite estremo le solite abitudini per mettere alla prova la resistenza fisica e psicologica, in un contesto avverso e sconosciuto. Il dialogo passa attraverso il corpo e lo sguardo e non attraverso la parola.
La seconda parte del workshop sarà invece dedicato al lavoro di esposizione delle proprie poetiche e alla costruzione delle performance che verranno presentate sabato 3 settembre e che ci sveleranno il significato nascosto delle tre parole chiave della poetica di Franko B: Politico, Poetico, Personale.
“Nell’arte, niente ha la stessa forza, perentoria e irrevocabile, della performance. Il suo stesso percorso formativo, quindi, non può derogare a premesse altrettanto rigorose. Il workshop estivo progettato da Franko B è un percorso impegnativo. Fisico, mentale, emotivo. I partecipanti non stanno seguendo solo un’estetica, ma un’impostazione esistenziale. È una questione che non ha a che fare con l’orientamento sessuale o le scelte biografiche. Riguarda il lavoro. La serietà del lavoro. L’integrità etica del lavoro. L’esattezza – linguistica, tecnica, visiva, filosofica – del lavoro artistico. Quello performativo dev’essere un gesto necessario. Indispensabile. Essenziale. Inappellabile, come un evento atmosferico. Pertanto, il suo fondamento non è una questione di gusto. Né una qualche forma di virtuosismo. È, piuttosto, l’assimilazione di un metodo. L’abitudine alla concentrazione. Focalizzare un obiettivo e organizzare gli strumenti a disposizione per conseguirlo. Nella pratica didattica di Franko B ho evidenziato quattro passaggi. Prima cosa, imparare la disciplina. Cioè seguire norme di convivenza. Secondo, applicare l’autodisciplina, dominare gli impulsi. La combinazione di controllo e autocontrollo, poi, conduce alla libertà. Una libertà che non è arbitrio. Ma si esercita consapevolmente nel rispetto. Degli altri, ovviamente. Delle loro emozioni e scelte. Ma non solo. È la deferenza verso ciò che si sta facendo. Perché c’è un solo modo per fare le cose: bene. Nell’arte e nella vita. Concentrandosi. Con sincerità e trasporto. Mettendosi in gioco.” (Maurizio Coccia)
Foto: Riccardo Dogana

 

INFO
Laboratorio / Workshop
Death and Romance. A Journey Through the Personal, the Political and the Poetic. A Workshop with Franko B
Artista tutor
: Franko B
Partecipanti: Öykü Aras, Sophie Barnett, Petr Davydchenko, Francesca Fiordelmonte, Astrid Gnosis, Matthew Harrison-Lor, Sarah Hiulius, Håkan Stergos Machlis, Silvia Mantellini Faieta, Christina Novakov-Ritchey, Dew Kim, Claudia Palazzo, Colette Patterson, Aarin Purple, Gianluca Quaglia, Emanuela Zedda
A cura di: Maurizio Coccia
Coordinamento didattico: Mara Predicatori
Segreteria organizzativa e logistica: Mara Predicatori – Associazione Culturale “Palazzo Lucarini Contemporary”
Assistente alla logistica: Miriam Pascale – Kunstahalle Academy
Sede: Villa dei Boemi – Via delle Grotte 2 – Trevi (PG)
Dal 29 agosto al 3 settembre 2016
Presentazione pubblica: sabato 3 settembre 2016 ore 18:00 | Via Beato Placido Riccardi – Trevi (PG)
Ente patrocinatore: Comune di Trevi
Con il sostegno di: Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno
Palazzo Lucarini Contemporary
Centro per l’Arte Contemporanea

Via Beato Placido Riccardi, 11 – Trevi (PG)
+39 0742381021info@officinedellumbria.it
www.palazzolucarini.it / www.officinedellumbria.it
PRESS OFFICE
Roberta Melasecca Architect/Editor/Pr
roberta.melasecca@gmail.com / info@comunicadesidera.com
349.4945612
http://www.robertamelasecca.wordpress.com / www.comunicadesidera.com
Annunci